Image

Idee regalo per un Natale d’impatto

19 Dicembre 2022

Natale è ormai dietro l’angolo e per molti questi sono giorni di caccia agli ultimi regali. Missione ancora più difficile se si fa attenzione (e bisognerebbe farlo sempre) all’impatto che c’è dietro ogni prodotto.

Per aiutarvi a scegliere oggetti utili ma anche sostenibili e a basso impatto, abbiamo selezionato alcune proposte, di qualità e prodotte in Italia, tra quelle che si possono trovare sulla app Mercato Circolare. Per far sì che questa occasione possa rappresentare un’opportunità per scoprire aziende che fanno della sostenibilità il proprio mantra, piccoli negozi di quartiere e attività artigiane del territorio, valorizzando chi presta attenzione all’impatto ambientale e sociale dei propri prodotti.

Biova

La birra prodotta con il pane recuperato. Fresca e leggera con una nota sapida, data dal sale presente nel pane.
L’ideale per brindare a un Natale antispreco.
Disponibile in box da 12 bottiglie e da 6 lattine. I pacchi, completamente ecologici, riciclabili e senza plastica, vengono spediti direttamente al destinatario (o dove si preferisce). 

Biova

Bottega Granel

La Bottega Granel è un negozio di prodotti sfusi di Grugliasco, in provincia di Torino. I fornitori vengono scelti con cura, secondo il criterio del lavoro etico e della filiera corta, oltre che per la qualità. Tra le sue proposte:

Box zero sbatta. Un’idea regalo con prodotti di facile preparazione. Contiene cous cous speziato, frittata alle erbette, sugo all’ortolana, 3 tipi di risotti pronti, zuppa, dado vegetale senza sale, purè istantaneo e pasta di grano duro.

Travel pack solidi. I prodotti solidi perfetti per chi viaggia spesso. Shampoo, Balsamo, Bagnodoccia e un Deodorante.

Candela Il principe e la Luna. Una candela di cera di soia vegana ai piccoli frutti rossi.

La Capulana

La Capulana è un laboratorio socio-sartoriale, che realizza a mano zainetti, scacchi e indumenti in cotone purissimo del Mozambico. Il ricavato viene utilizzato per finanziare il progetto di accoglienza della Fraternità Parola e Vita, un’associazione di promozione sociale di Piombino. Perché non regalarsi o regalare un coloratissimo zainetto o un portaocchiali?

Rifò

Riprendendo la tradizione dei cenciaioli pratesi, Rifò recupera vecchi maglioni in cachemire e li trasforma in filato sostenibile da cui prendono vita nuovi prodotti come questo cappello e questa sciarpa, perfetti per le giornate invernali. Sono realizzati con un filato pre-amato, perché nato dalla rigenerazione di vecchi vestiti che continuano a raccontare la loro storia, pur avendo assunto una nuova forma.

Per ogni acquisto sullo shop online di Rifò vengono donati 2 € al progetto di impatto sociale “Nei nostri panni, cenciaioli si diventa” che ha l’obiettivo di creare una scuola per cenciaioli, gli artigiani della rigenerazione tessile. La donazione andrà a finanziare la formazione retribuita di giovani ragazzi stranieri provenienti dalle attività di accoglienza sul territorio.

Malefatte Venezia

Le Malefatte sono prodotte artigianalmente, una ad una, da banner pubblicitari dismessi, tagliati e cuciti. Ogni prodotto Malefatte è diverso da tutti gli altri: esistono tanti modelli, ma ogni pezzo è unico e irripetibile.

Come il Portachiavi Shati, realizzato in PVC riciclato, piccolo e compatto, completamente lavabile e impermeabile, con un comodo anello interno per agganciare le chiavi e una chiusura a zip pratica e sicura. La soluzione ideale per non disperdere chiavi e monete in tasca o nella borsa.

O la Shopper, borsa unisex in PVC riciclato, utilizzabile sia a mano che a spalla grazie agli ampi manici in nastro polipropilene. Ampia e spaziosa, perfetta come portadocumenti, per la scuola e per fare acquisti, la borsa non ha chiusura per garantire la massima praticità.

Sassi

Nell’atelier di Sassi, che a Torino realizza abiti con tessuti di recupero, si possono trovare dei coloratissimi colli realizzati mixando insieme tessuti di recupero delle scorse collezioni, o i cachepot in materiale di recupero per piantine o candele.

Atotus

Atotus è un progetto nato per creare connessioni tra gli attori della filiera tessile in Italia e creare un circuito sostenibile. La Tippy Box, costruita artigianalmente in legno e riutilizzabile, può essere riempita a proprio piacimento scegliendo tra i prodotti sostenibili del circuito Atotus.

box natale Atotus

Negozio leggero

La box le goloserie del Negozio Leggero è il regalo giusto da farsi se si è super golosi, o il dono perfetto per chi è appassionato di dolci. Dal cioccolato alla frutta, un mix di sapori, consistenze e profumi da gustare insieme ad una bella tisana calda.

Spazio alla bellezza, invece, è il kit ideale per eliminare le impurità della pelle e donare al viso il giusto nutrimento.
Contiene solo prodotti vegan.

box natale negozio leggero

Coffeefrom

Nati dagli scarti del caffè e pensati per il caffè. Il set di tazze e piattini da caffè di Coffefrom, realizzati in un materiale bio-based nato dai fondi di caffè riciclati, è il regalo ideale per chi ama il caffè.

Friendly Shop

Il Kit regalo casa sostenibile è il regalo ideale per far scoprire a chi lo riceve quanto è facile ridurre sprechi e imballaggi a casa propria.
Per chi ha il pollice verde invece c’è il Kit regalo piantabile, composto interamente da prodotti che a fine ciclo di vita possono essere piantati dando vita a bellissimi fiori selvatici.

Arbos

Per scrittori e disegnatori ci sono i quaderni e i taccuini di Arbos, tutti realizzati in carta riciclata e con materiali di recupero. Come questi bellissimi Album a spirale a tema “Gatti”

Piccole Ghiande

Per i più piccoli ci sono i giocattoli in legno per la prima infanzia di Piccole Ghiande. Come le tre allegre palline in legno Plan Toys, dipinte con colori a base d’acqua e pigmenti colorati di derivazione organica, per stimolare la curiosità e i sensi del bambino.

Manifactura

I gioielli d’autore artigianali di Manifactura sono creazioni originali, realizzate a mano da designer, artisti e artigiani.
Tra le offerte per questo periodo c’è questo bracciale elastico in Agata Bianca.

Ogyre

Ogyre realizza costumi con un filato ottenuto dalla plastica raccolta in mare, ogni costume prodotto con l’equivalente di 6 bottiglie di plastica raccolte. Se per i costumi forse non è il momento giusto, la borraccia Obottle in acciaio inossidabile è un regalo utile e pratico, che permette di supportare i pescherecci che praticano il fishing for litter, raccogliendo rifiuti dal mare durante le attività di pesca.

Verdessenza

Tante idee da Verdessenza ecobottega con proposte per tutti i gusti (e le tasche), dalle matite Perpetua solidali “Io sto con Babbo Natale”, realizzate in grafite recuperata, al pacco Natale Più dolce con il panettone artigianale del laboratorio Giotto del carcere di Padova e il moscato della cooperativa agricola Maramao di Canelli, realizzato con il coinvolgimento di migranti.

Humus Job

Tutta da gustare la cesta Humus, realizzata da Bioetik con i prodotti di Humus Job, la rete di aziende agricole che condividono e promuovono una cultura del rispetto dei diritti umani e sociali, del lavoro etico e regolare, del benessere animale e dell’ambiente. Nella cesta salsa di pere alla senape e zucchine in agrodolce di Agripiola Lou Porti, Composta di Puciu e Bagnet verd dell’Agriturismo L’Orto del Pian Bosco, BEE.R di Antagonisti Melle, Vino rosso Errante, il vino solidale di Braccia Rese.

box natale Humus Job

Condividi articolo

Gli ultimi articoli

Image

Around e la “R” Ricontenere. La strategia vincente contro il monouso

Avete mai immaginato di poter andare nella vostra gelateria preferita a prendere una vaschetta da asporto e non sentirvi in colpa per l’ennesima vaschetta in […]

By Nadia Lambiase
Image

Il costo della vita

Sentiamo parlare spesso di caro vita, un tema reso ancora più attuale dagli eventi di questi mesi. Eppure, ci siamo mai fermati un attimo a […]

By Mercato Circolare
Image

Stoviglioteche. Un’alternativa alla plastica monouso

Come contrastare il problema della plastica usa e getta? È una delle priorità individuate dalla Commissione Europea, affrontata dal punto di vista normativo attraverso la […]

By Andrea Lavalle